Prof. Bogetti Paolo

" La  bellezza  non rende felice colui che la possiede, ma  colui che la può amare e desiderare "
(Hermann Hesse)

Chirurgo Plastico

wide_neuronecopiawide_14001wide_2copiawide_vinci1wide_dna

GINECOMASTIA

La Ginecomastia è una condizione caratterizzata dallo sviluppo anomalo delle mammelle nel paziente di sessso maschile. E’ normale, che durante la pubertà, si assista ad uno sviluppo della ghiandola mammaria anche nell’uomo, ma , solitamente, questo si riduce progressivamente. Quando la naturale atrofia non avviene, si ha un aumento che non comporta particolari conseguenze fisiche, ma incide psicologimante sul paziente. Una simile condizione si può verificare anche nel paziente adulto in seguto ad un aumento di particolari ormoni correlato ad alcune patologie. Qualunque sia la causa, il paziente è imabarazzato e si trova psicologicamente a disagio, soprattutto con i rapporti con le altre persone, in quanto viene alterata la sua mascolinità. Possiamo distinguere una ginecomastia “falsa” o pseudoginecomastia, una “mista” e una ginecomastia “vera”. A seconda del tipo avremo nel primo caso un aumento volumetrico mammario dovuto esclusivamente al tessuto adiposo sottocutaneo, nel secondo sia al tessuto adiposo che alla ghiandola mammaria, nel terzo esclusivamente alla componente ghiandolare. La diagnosi viene fatta con la visita chirurgica specialistica, mediante la palpazione e , con esami quali l’ecografia e la mammografia.
L’intervento correttivo è simile in tutti e tre i casi e consiste nell’eliminare dal torace il tessuto ghiandolare mammario e/o adiposo presenti in eccesso. Il tessuto adiposo viene rimosso mediante la liposuzione mentre l’asportazione chirurgica del tessuto ghiandolare in eccesso avviene attraverso un incisione cutanea lungo il margine inferiore dell’ areola mammaria. L’intervento viene eseguito in anestesia generale o, in alcuni casi, in anestesia locale con sedazione in regime di day hospital o con una giornata di degenza. Il paziente dopo l’intervento viene fasciato e dovrà indossare un bustino modellante per circa 40 giorni.



Complicanze
Oltre alle normali complicanze di tutti gli interventi chirurgici (sieromi, ematomi, infezioni, cicatrici patologiche e/o cheloidee, allargamento delle cicatrici o diastasi), si possono verificare asimmetrie dei due emitoraci, riduzione o perdita della sensibilità temporanea (3-6 mesi) o permanente dei capezzoli.

Per maggiori informazioni sull'intervento invia una mail a info@paolobogettichirurgoplastico.it 

INTERVENTI

page_ginemasto-2
Prof. Bogetti Paolo
BGTPLA52T24L219N
Via Corrado Segre 8 10129 Torino Tel.: 011-5817675
info@paolobogettichirurgoplastico.it
Create a website